Archive for the ‘Hacking & Co.’ Category

Nessus testa la tua sicurezza

giugno 4, 2007

Vuoi conoscere se il tuo PC o qualsiasi altro computer o server connesso in rete é vulnerabile a un attacco di cracker dall’esterno?

Nessus è probabilmente il miglior analizzatore di rete attualmente disponibile, utilizzato da oltre 75 mila società in tutto il mondo.

Disponibile gratuitamente con licenza GPL è in grado di effettuare una sofisticata scansione da remoto di qualsiasi computer connesso in rete, rilevando le eventuali vulnerabilità presenti e suggerendo le possibili soluzioni tramite dettagliati report di facile interpretazione.

Per simulare i diversi attacchi Nessus utilizza un database (Aggiornabile gratuitamente online) con oltre 14 mila plug-in che rappresentano i singoli moduli di codice per definire le caratteristiche e le procedure dei vari attacchi già conosciuti, a cui giornalmente vengono aggiunti quelli appena scoperti.

Da un punto di vista funzionale Nessus non é differente da altri programmi Security Scanner, utilizzando il suo database di vulnerabilità conosciute mantenuto sempre aggiornato, alimenta un motore di scansione per inviare tutta una serie di attacchi simulati verso la macchina “bersaglio” per verificare e registrare il suo stato e le reazioni.

Puoi trovare l’elenco completo di tutte le caratteristiche e funzionalità qui, mentre puoi vedere una presentazione video introduttiva di 15 minuti della versione Windows qui.

Il programma é disponibile per i vari sistemi operativi:

Via WebMasterPoint.org Fonte ABtechno.org

Annunci

Crashare MSN 8.0 e 8.1

maggio 31, 2007

E’ stato scoperto un bug che fa crashare Msn 8.0 e 8.1.
Inserendo la seguente stringa sul messaggio personale,ovvero:

| (Error) ’A |

Verrete automaticamente disconnessi e esso impedirà a voi tutti di poter rientrare per sempre con quell’account dal vostro computer.

Io non lo provo. Chi invece è così coraggioso è pregato di scrivere un commento per dire se funziona o meno.

Fonte MsnTribre.blogspot.com

Finlandia: Crackare i DVD non è reato

maggio 29, 2007

Jon Lech Johansen, detto DVD Jon, è un hacker che da ragazzino era riuscito a violare il codice di sicurezza dei DVD; in seguito trovò il modo di sbloccare il sistema che impedisce agli utenti del lettore iPod di scaricare musica da negozi online diversi da iTunes di Apple Computer.

Johansen, ventiduenne norvegese che vive a San Francisco, è riuscito a violare la tecnologia di protezione di Apple “FairPlay”, dichiarò Monique Farantzos, direttrice di DoubleTwist, la società che prevede di distribuire su autorizzazione il codice.

Il DRM denominato DeCSS è un fallimento e on rappresenta una protezione efficace dei dischi. E’ questo il motivo per cui la corte distrettuale di Helsinki, in Finlandia, ha dichiarato che bypassarlo non può costituire reato.

Durante il processo gli esperti chiamati a testimoniare dalla difesa hanno fatto presente alla corte l’inefficacia sostanziale di quel sistema DRM, riuscendo infine a convincere i giudici. Persino i sistemi operativi vengono preinstallati con software atti alla decrittazione di CSS che, vista la sua morte tecnologica dal 1999 in poi, ha stabilito la corte, “non si può più ritenere efficace nel senso stabilito dalla legge”.

La stessa sorte potrebbe toccare al sistema di protezione AACS utilizzato sui DVD di nuova generazione; il sistema infatti ha già dimostrato nella pratica di essere facilmente aggirabile. Un duro colpo per l’industria musicale mondiale, che si troverà a fronteggiare un nuovo muro crollato sopra le proprie tecnologie anticopia.

Fonte WebMasterPoint.org

Utenti P2P Tiscali e Wind identificati!

maggio 28, 2007

Un’altra raffica di raccomandate con richieste di risarcimento è pronta per essere inviata a migliaia di utenti italiani accusati di aver scaricati file protetti dal diritto d’autore attraverso i sistemi di P2P.

Sembra proprio così, almeno stando a quanto comunica Adiconsum, che come molti di voi già sapranno rappresenterà e difenederà gli utenti accusati di aver scaricato brani musicali della casa discografica Peppermint e che hanno ricevuto (Circa in 4000) una raccomandata dall’ufficio legale della società musicale con una richiesta di risarcimento spese.

Stando alla nota associazione dei consumatori, una società polacca operante nel settore dei videogiochi ha richiesto al tribunale di Roma di intervenire per ottenere (Come aveva già fatto nel caso Peppermint con Telecom Italia) dai provider Tiscali e Wind Infostrada gli IP e i relativi nomi degli abbonati che sarebbero colpevoli di aver scaricato prodotti di proprietà di questa società operante nel mondo videludico.

(more…)

Windows Xp Black Edition – Vista Piratato

maggio 27, 2007

Nel mondo del warez è stata fatta un’opera di reverse engineered su un sistema Windows Xp per renderlo del tutto simile (E per alcuni versi migliore) a Windows Vista. Inutile dire che è illegale (L’installazione non richiede neppure l’immissione di un numero seriale).

Windows Xp Black Edition non richiede un minimo di 1 Gb di RAM per funzionare.

Il file è in formato “.iso” e può essere scaricato con uno dei tanti programmi Peer to Peer. Al momento in cui scrivo pesa 679Mb. E’ anche stato testato sotto il profilo della sicurezza da dei professionisti e sembra essere del tutto “pulito” nonostante alcuni antivirus possano rilevare la presenza di fantomatici virus (Ex. Keygen del programma UltraISO che come molti Keygen viene visto come se fosse malware)

Eccovi alcune immagini:

Fonte 2befree.wordpress.com

The Pirate Bay: La polizia non ha prove

maggio 20, 2007

E’ passato un anno dal controverso raid su Pirate Bay. Recentemente il Procuratore Håkan Roswall si è detto determinato a continuare l’accusa verso gli Admins di Pirate Bay.

Tuttavia, le nuove informazioni trapelate indicano che la polizia svedese non ha niente da dare al procuratore distrettuale e non ha una tesi solida.

Continua qui in inglese.

Fonte P2Pforum.it

MSN: Dimmi il tuo IP

maggio 19, 2007

Ne avevamo già parlato nei commenti, ma non avevamo mai scritto un post. Numerosi utenti chiedono come capire e scoprire l’indirizzo IP di un contatto di MSN o WLM (Windows Live Messenger).

IP Get è un’estensione per Plus! Live che permette di fare ciò in modo semplice ed intuitivo. Basta avviare una conversazione o connettersi in qualsiasi modo con un altro contatto.

Ip Get controlla gli IP sia in entrata (Es. Vi contattatano) che in uscita (Quando voi contattate qualcuno).

Scaricate il plugin ed importalelo (Con MSN aperto). Richiede Plus! Live.

Qui la lista comandi fondamentali per utilizzarlo (Da scrivere nella chat).

/ipget
Per vedere tutte le connessioni attive

/ipconfig
Modificare le impostazioni di IPGet

/ipabout
Per vedere tutte le caratteristiche della finestra di conversazione

/ipupdate
Controllare se è disponibile una nuova versione del plugin

How to use this script:
– Make sure you have Live Messenger and Messenger Plus! Live installed.
– Download the script, open it, accept the warning and press Import.
– Click on the Messenger Plus! logo in your contactlist.
– Click on IPGet, and select one of the options.

NoPE… e vedi Vista

maggio 18, 2007

Ecco una nuova “release” per quanto riguarda Windows Vista. Si chiama “NoPE” ed è una versione pirata completamente funzionante che permette di installare Vista e i suoi aggiornamenti.

Non è necessario infatti inserire nessuna Product Key o utilizzare software per ritardare la scadenza del S.O.

Microsoft ancora una volta dovrà contrastare con le versioni pirata del suo S.O. e dovrà capire come risolvere il problema.

Pirateria informatica: -2%

maggio 18, 2007

Lo studio annuale sulla pirateria informatica mostra un tasso di illegalità stabile al 36% in Europa, ed in lieve calo (-2%) in Italia.

Dallo studio, commissionato da BSA e realizzato da IDC, emerge però che nel nostro paese molto resta ancora da fare, perchè c’è pur sempre un 51% di software illegalmente utilizzato. Infatti l’Italia rimane nella Watch List del Ministero per il Commercio USA fra i paesi in cui la proprietà intellettuale dei prodotti non e’ sufficientemente tutelata.

Fonte BlogMac.it

Zunker: Controlla il tuo esercito di zombie

maggio 12, 2007

Un’analisi dei laboratori di Panda Software ha condotto alla scoperta di un’applicazione – chiamata Zunker – creata dai cyber criminali per controllare i computer “zombie” che costituiscono una rete di bot. Questo strumento è utilizzato per gestire un network di migliaia di PC localizzati in ben 54 paesi.

Le botnet sono reti di computer colpiti dal malware, principalmente worm o Trojan con funzionalità di bot, in grado di agire in modo autonomo e di ricevere ordini attraverso differenti canali (IRC, http,…), utilizzate dagli autori di codici per scopi finanziari.

Il programma rilevato da Panda Software possiede anche una sezione statistica. Ciò include una serie di grafici che mostrano l’efficacia di ogni bot, la quantità disponibile e l’attività pianificata giornalmente o per mese.
Luis Corrons, direttore tecnico dei laboratori di Panda Software afferma “Zunker è stato progettato con cura ed è semplice da gestire. Organizza i bot per paese e permette di sapere sempre il loro stato grazie ai report e di controllare quanto spam e attraverso quale software è stato inviato (gMail, IM, forum, etc….).

(more…)