Archive for the ‘Google & Co.’ Category

Google: “No ai compiti copiati”

giugno 5, 2007

Google, in seguito ad un’ informale richiesta delle principali università statunitensi, ha deciso di rimuovere dal proprio servizio AdWords tutti gli annunci pubblicitari riguardanti i portali che vendono compiti e tema già compilati.

Il business di tali portali è talmente potente in America che un compito può arrivare ad esser pagato 7000 dollari.

Da qualche giorno però questi portali non potranno più usare come trampolino di lancio il buon Google e le università esultano.

Fonte DelfinsBlog.net

Un uomo sulla ringhiera di casa mia?

giugno 4, 2007

Ecco un’altra immagine, proveniente da Google Street View, dopo quelle già proposte:

Immagine proveniente da Doxaliber.it

Google Desktop sotto attacco

giugno 4, 2007

Google Desktop, celebre e diffusissima applicazione messa a punto da Google per organizzare e facilitare all’utente la navigazione nel proprio pc, è afflitto da una pericolosa vulnerabilità, scoperta da poco dall’esperto di sicurezza Robert Hansens.

Il bug è del genere Man in the middle ovvero:
L’attaccher riesce a mettere se stesso tra l’utente ed il server al quale il software fa le sue richieste, così da poter modificare a proprio piacimento tanto i pacchetti inviati dalla vittima, quanto quelli da lei ricevuti.

In cosa consiste e come si sfrutta il bug?

(more…)

NuTorrent cerca i torrent XXX

giugno 3, 2007

Warning!: Il sito contiene Immagini pubblicitarie e/o Link per servizi pornografici e video. Alcuni potrebbero essere protetti da Copyright.

NuTorrent è un nuovo sito, senza registrazione, specializzato nella ricerca di file torrent XXX, che (Vietato ai minori) contiene più di 60 categorie riservate alla ricerca di file Hard.

Google compra FeedBurner

giugno 3, 2007

Google, come anticipato, ha acquistato FeedBurner, famoso servizio online che offre la possibilità di promuovere e pubblicizzare i contenuti del proprio blog e migliorarne le funzionalità dei feed.

FeedBurner, si legge, entrerà nel team di Google ma manterrà il proprio marchio. Google vuole investire sui contenuti basati sui feed, perché il settore è in grande sviluppo e attira pubblicità. Per questo sia i publisher che i pubblicitari potranno trarre vantaggio dall’accordo.

L’acquisizione permetterà alla “grande G” di inserire migliaia di nuovi siti all’interno del proprio network AdSense: ogni giorno FeedBurner promuove oltre 763mila feed di più di 430mila publisher.

L’acquisto sarebbe venuto a costare circa cento milioni di dollari.

Fonte DownloadBlog.it

Ripple: Motore di ricerca solidale

giugno 2, 2007

Fare beneficienza a volte non costa molto. E a volte non costa proprio niente ed è facile come fare una ricerca su internet. La prossima volta che dobbiamo effettuare una ricerca su Google, perché non proviamo ad utilizzare Ripple?

Si tratta di un sito che permette di effettuare ricerche con Google, con la differenza che ogni volta che inseriamo un termine e premiamo “Search”, i guadagni della pubblicità AdSense (Da 1 a 20 centesimi di dollaro per ricerca) verranno versati interamente in beneficienza.

Fonte DownloadBlog.it

Google Street View: Smile!

giugno 2, 2007

Su Mashable potete trovare un elenco di alcune delle immagini più particolari presenti nell’archivio fotografico utilizzato da Google Street View.

Fonte Motoricerca.net

Google: Software web offline?

giugno 2, 2007

Google ha annunciato ieri lo sviluppo di un nuovo tool per sviluppatori denominato Google Gears, grazie al quale Google e sviluppatori di terze parti potranno facilmente portare le proprie applicazioni Web offline.

Questa mossa ha diverse implicazioni contando che Google può ora attaccare direttamente le applicazioni Microsoft desktop-oriented come quelle integrate nella suite Office.

Quello che potrebbe presto accadere è che i servizi di Google come Gmail, Google Calendar, Google Docs & Spreadsheets saranno disponibili anche offline. Attualmente tali applicazioni sono fruibili solo mediante un browser Web e richiedono una connessione Internet attiva. Con Google Gears, invece, ogni applicazione Web potrebbe funzionare offline.

Come dimostrazione, Google ha annunciato che Google Reader, il lettore di RSS web based della stessa azienda, utilizza ora Gears ed è accessibile anche offline. Se Gears funzionerà bene come promesso, allora le applicazioni Web non avranno più nessun punto debole.

Fonte DinoxPc.com

Mahalo

giugno 1, 2007

Jason Calacanis, il creatore del famoso network di blog WebLogs Inc., ha dato vita ad un nuovo progetto chiamato Mahalo.

Si tratta di una sorta di motore di ricerca nel quale l’algoritmo è costituito da una serie di volontari che cercano, filtrano ed organizzano i risultati nel miglior modo possibile. In questo modo al posto delle tradizionali SERP troviamo delle vere e proprie guide sull’argomento.

Se invece l’informazione cercata non è ancora stata inserita vengono riportati i risultati di Google, in questo modo è comunque possibile arrivare al risultato desiderato.

Mahalo resterà in versione alpha fino alla fine del 2007 e rimarrà in fase beta per tutto il 2008, dato che ci vorrà parecchio tempo per renderlo un motore di ricerca realmente competitivo. Per il momento potete curiosare tra le varie pagine oppure creare un account ed iniziare a collaborare attivamente al progetto.

Fonte Motoricerca.net

Google compra Panoramio

giugno 1, 2007

“Ho il piacere di comunicarvi che abbiamo trovato un accordo per l’acquisto di Panoramio..” con queste parole John Hanke, Direttore di Google per le sezioni Maps, Earth and Local, comunica al mondo intero l’ultimo acquisto della grande G. Panoramio, un sito di origine spagnola che si occupa di gestire milioni di immagini con la loro geo-localizzazione, tutto questo per dare modo agli utenti online di condividiere con altri le loro immagini individuano il luogo preciso dello scatto.

Google Earth implementa la funzionalità Panoramio dall’inizio di quest’anno, in questo modo i suoi utenti non si limitano a guardare dall’alto il luogo che gli interessa, ma possono anche visionare le foto condivise.

L’acquisizione di Panoramio comprenderà tutto: tecnologia, sviluppatori, contenuti e la loro intera comunità online. L’acquisizione, secondo Google, porterà ad un rafforzamento delle loro risorse tecniche nei prodotti Geo (Earth, Map) e ad una ulteriore implementazione di contenuti utili e interessanti, ma al momento non è ancora in grado di dire come questo avverrà.

Fonte DownloadBlog.it