Archivio dell'autore

Yahoo!Mail ufficialmente senza limiti!

giugno 5, 2007

Dopo una settimana trascorsa a Londra (bellissima e sempre magica) ritorno al solito tram tram, controllo la mia mail e scopro una novità: Yahoo!Mail é illimitata!

Accedendo al link dove inserire i propri dati per l’accesso alla e-mail di Yahoo!, compare una piccola animazione che ci informa che la nostra e-mail con Yahoo! da Maggio 2007 ha lo spazio illimitato! Quindi, niente piú bisogno di cancellare messaggi e un bel passo in avanti rispetto a GMail, “ancora” ferma ai 2,8 Giga.

Una grande novità per gli utenti di Yahoo!, una grande tentazione per coloro che si apprestano a creare un nuovo account di posta elettronica.

Ma un dubbio ci assale: come gestiranno le milioni di e-mail illimitate del mondo? La sentenza ai posteri.

ReadyBoost di Windows Vista inutile

maggio 28, 2007

Un altro buco nell’acqua per la compagnia di Bill Gates. Che Vista non fosse nato sotto una luna fortunata é sotto gli occhi di tutti, ma piú il tempo passa e piú aumentano i problemi.

Questa volta la mancata innovazione deriva dal ReadyBoost. Spieghiamo bene questa novità (Mancata!) del nuovo sistema operativo.

ReadyBoost é una tecnologia che sfrutta i tempi di accesso delle memorie portatili USB -molto inferiori a quelli dei dischi fissi a tecnologia magnetica – usandole come cache aggiuntive, cioè memorizzando su queste informazioni necessarie per il caricamento dei programmi usati di frequente, in modo da velocizzare queste operazioni e rendere minimi i tempi di attesa.

PC World ha testato questa novità (Trovate qui l’articolo originale) utilizzando tre diverse memorie esterne – Data Travel Ready Flash di 1 Giga della Kingston, Jump Drive Lightning da 4 Giga della Lexar e Twister EZ Drive da 1 Giga della Ritek – e ha riscontrato che il supporto di questa tecnologia é irrelevante, se non nullo. Anzi, potrebbe arrecare problemi al sistema nella letture delle memorie portatili.

Letto su

Bill Gates Vs Steve Jobs!

maggio 24, 2007

Ecco cosa succederebbe se si dovessero scontrare i due padri dei principali colossi dell’informatica.

P.S. Non perdetevi la scena finale: tra il commovente e il dissacratorio!

Fonte Nicopi

MySpace Italia inaugura sabato

maggio 24, 2007

Segnatevi questa data: sabato 26 Maggio 2007. Quel giorno ci sarà l’ufficializzazione di My Space Italia.

La versione italiana é giá disponibile sul web in versione beta, ma sabato ci sará l’apertura ufficiale a Milano con i concerti degli Afterhours e Linea 77.

MySpace é una comunità virtuale che dá ai propri iscritti la possibilità di avere un blog, con un proprio profilo nel quale condividere foto, musica, video, news e tutto ció che si vuole. Dalla sua nascita nel 1998 a oggi, MySpace conta un numero di iscritti pari a circa 178 milioni, sparsi per tutti il mondo a cui si aggiungeranno da sabato anche quelli italiani.

Jangl: e-mail come telefono?

maggio 24, 2007

Le comunicazioni tra le persone sono state sempre fondamentali: dalle lettere scritte a mano, al telefono, sino al cellulare, per poi passare ad internet con le e-mail, sino ad essere travolti dal VOIP. Ora c’é una convergenza: l’unione tra e-mail e VOIP.

Jangl é un servizio online che permette di assegnare un numero di telefono per ogni e-mail. Spieghiamoci meglio. Connettendovi al sito voi dovete solo inserire la mail del vostro amico; a questa e-mail verrà assegnata un numero di telefono che si potrà chiamare gratuitamente per tutto il periodo di test del servizio. Se il nostro amico risponde, la chiamata ha inizio; se invece il ricevente non é presente, é possibile lasciare un messaggio con la possibilità di richiamare il nostro amico che ci ha contattato con Jangl.

Per i piú critici, il vostro numero rimarrá privato senza possibilitá di essere contattati da terzi. Una bella iniziativa, un’ottima interazione tra due servizi molto comuni della rete.

Fonte DownloadBlog.it

Succodimelone: Network per artisti

maggio 24, 2007

Le possibilitá offerte dalle rete sono infinite, cosí come la creativitá dei suoi navigatori.

Affinché queste creazioni non restino nel dimenticatoio o nell’anonimato ecco che é nato questo network tutto italiano.

Succodimelone é un luogo di incontro per artisti o per coloro che aspirano ad esserlo. Hai scattato una bella foto? Hai composto un superbo lavoro artistico? Hai scritto una canzone o un nuovo software e lo vuoi diffondere?

Succodimelone risponde a tutte queste domande. Gli autori internauti possono pubblicare le loro creature sul network, le quali verranno commentate dai visitatori e se siete fortunati o avete talento puro, potreste anche essere contattati per svolgere il vostro hobby come lavoro!

Un’ottima iniziativa, diversa e costruttiva di quelle giá presenti nel web.

Fonte MaestroAlberto.it

Swapper: Condivisione di files privata

maggio 24, 2007

Ci sono tanti software e applicazioni online che permettono la condivisione dei nostri file con il mondo di internet, ma questo software ha qualcosa di piú e di diverso dagli altri.

Swapper é un freeware leggero (4 MB) che permette l’invio tramite e-mail di foto, video e file musicali ai nostri amici. La rivoluzione di Swapper sta nella criptazione del file, in modo tale che solo chi riceva l’e-mail tramite questo software possa accederci, tutelando la privacy degli interlocutori. La schermata é molto intuitiva e di facile utilizzo, grazie al drag-n-drop. La velocità del software é di 100 volte superiore a quella delle normali e-mail, in quanto il freeware sfrutta la connessione P2P per l’invio dei messaggi.

Un software da avere per coloro che spesso inviano le loro collezioni private di files ai loro amici, anche perché la ricezione potrebbe essere istantanea grazie alla velocitá di invio.

Fonte MaestroAlberto.it

GMail: Allegati sino a 20 MB!

maggio 23, 2007

Che Google fosse una azienda ricca di servizi ed in continua innovazione lo sapevamo, ma la sua capacitá di stare al passo col tempo e di aggiornare le proprie “creature” é disarmante.

Dopo aver aperto GMail a tutti (Senza la necessità di ricevere un invito) ecco un’altra novità del client di posta elettronica di Google: da oggi é possibile inviare allegati sino a 20 MB! La dimensione é il doppio di quella resa disponibile da Yahoo! e questo comporta che il destinatario della e-mail sia abilitato nella ricezione di un allegato cosí ampio.

Non ci resta che andare subito a testare la reale capacità di questa novità in attesa di rimanere ancora a bocca aperta per la prossima novità introdotta dal gigante di internet.

Fonte DownloadBlog.it

Visualizzatore del Page Rank

maggio 20, 2007

Ormai il Page Rank ha modificato e condizionato l’attivitá web di qualsiasi sito, da quello economico a quello informativo, sino ai milioni di blog della rete.

Possiamo definire il Page Rank come la popolarità e la rilevanza di pagine o siti presenti in rete: più un sito é visitato, più é popolare e di conseguenza aumenta la sua rilevanza nel mondo web.

Posta la premessa della definizione, esistono molti modi per conoscere il Page Rank dei siti che visitiamo, e perché no, anche del nostro: dalla semplicitá della Google Toolbar sino al suo più complesso algoritmo.

Un nuovo sito si occupa solo di questo: collegandosi a CheckPageRank é possibile inserire l’indirizzo del sito del quale si vuole conoscere il Page Rank ed avremo il nostro risultato. Ma c’é qualcosa di piú: il sito permette il rilascio di un codice HTML da inserire nel nostro blog o spazio web, nel quale apparirà un’icona che indicherà il nostro di Page Rank.

P.S. Come potete notare, il nostro blog ha un Page Rank 5/10! Niente male!

Fonte Nicopi

Vogliamo la rete Wi-Max libera!

maggio 16, 2007

Tra poche settimane ci sará l’asta per l’assegnazione delle frequenze della nuova tecnologia Wi-Max in Italia.

Per chi non lo conosca ancora, il Wi-Max é una tecnologia che permette l’accesso ad internet via onde radio: Passeggiando per Roma o Torino potremmo controllare la nostra e-mail o aggiornare il nostro blog utilizzando il nostro cellulare o PC portatile.

Il Wi-Max sfrutta delle “torri” che fungono da trasmittenti per una ampiezza di territorio pari a coprire almeno 40 aziende e 70 abitazioni alla velocitá di 1 Mbit/s.

La preoccupazione degli internauti é che questa possibilitá di accesso a internet venga “acquistata” dai soliti noti, trasformandola in un oligopolio o nei peggiori dei casi in un monopolio (Vedi Telecom). Affinché ció non avvenga é stata creata una petizione online, affinché il Governo eviti una tale situazione e affinché il Wi-Max venga gestito da Enti efficienti, possibilmente senza scopo di lucro, affinché l’Italia possa annullare quel “digital divide” che la separa dagli inglesi, svedesi, danesi e molti altri.

Per avere maggiori informazioni sul Wi-Max e sull’iniziativa della petizione visitate il sito di Sergio Gandrus, da cui é stato preso lo spunto.